Assemblea 2013

L’assemblea dell’Unione costruttori impianti depurazione aria ha definito le strategie in materia di comunicazione e rapporti con gli Enti pubblici, in particolare per la definizione dei criteri e i requisiti costruttivi degli impianti

Requisiti minimi Regione Lombardia
La DGR 3552/2012, emanata lo scorso anno dalla Regione Lombardia, fissa i criteri e i requisiti costruttivi degli impianti di depurazione, descrivendo le migliori tecnologie disponibili per l’abbattimento degli inquinanti emessi nelle lavorazioni industriali, per cui rappresenta una legge di fondamentale interesse per il nostro settore, in quanto definisce se un impianto può essere direttamente autorizzato. La Regione ha deciso di apportare alcune modifiche alla citata DGR, per cui ha chiesto a Uniaria la disponibilità a costituire un gruppo di lavoro per approfondire l’argomento. Nella delibera in oggetto è stato inserita la possibilità di apportare modifiche mediante atti amministrativi, che non richiedono riunioni di Giunta, quindi l’iter potrà essere più snello e rapido. La Regione quindi propone un incontro annuale con Uniaria, per l’aggiornamento delle schede e l’eventuale integrazione con nuove tipologie impiantistiche. Uniaria ha dato completa disponibilità all’iniziativa e, mediante la costituzione di alcuni sottogruppi di lavoro, presenterà le proprie proposte.
In base alla citata DGR, le tipologie di abbattimento innovative, basate cioè su tecniche di depurazione diverse da quelle esaminate nel documento e con pochi esempi applicativi sul territorio regionale, devono essere sottoposte a preventiva valutazione dell’autorità competente al rilascio dell’autorizzazione, sentita la competente struttura regionale, anche al fine di un’eventuale estensione dei contenuti del documento.
Le proposte di modifica e di creazione di nuove schede seguiranno un iter di revisione annuale, grazie alle modifiche inserite nella DGR, che prevedono di demandare alla competente struttura della Direzione Generale Ambiente, Energia e Reti la revisione o l’ampliamento delle schede costituenti l’allegato di cui al punto 1, alla luce di una ulteriore evoluzione tecnico-normativa.
Tra le proposta di modifica più urgenti è stata segnalata quella della scheda PC.T.02. sui combustori termici rigenerativi. La velocità in ingresso in camera di combustione, che doveva essere 6-12 m/s (come correttamente riportato nella precedente Dgr 13943 del 2003), è diventata, probabilmente per un refuso, 0,3 -1 m/s.
La prossima riunione per la revisione e proposta di nuove schede è fissata per il giorno 4/7, per proporre la modifica di alcune schede sui depolveratori e crearne alcune nuove.

Convegno Uniaria 2013
L’assemblea ha approvato l’organizzazione di un convegno nazionale, che si terrà in autunno, sui seguenti temi:
– le nuove linee guida lombarde sui requisiti minimi degli impianti di depurazione;
– il ricircolo degli inquinanti negli ambienti di lavoro: vantaggi ambientali e rischi per i lavoratori;
– la nuova Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)