Sondaggio: cosa pensate delle modifiche al 152?

Sondaggio: cosa pensate delle modifiche al 152?

Dagli elementi finora raccolti possiamo fare alcune considerazioni generali: fateci sapere il vostro parere scrivendo a info@finishing.it

1) E’ una grande occasione mancata: ci trasciniamo tal quale un dissennato sistema di classificazione degli inquinanti (allegato 1) da ormai 28 anni, senza nemmeno tentare di sanare le contraddizioni tra l’Allegato 1 e l’Allegato III (emissioni di COV) in materia di classificazione.

2) E’ migliorativa la gestione dei superamenti dei limiti, art. 271 comma 14, commi 20, 20 bis, 20 ter.

3) E’ positiva le possibilità di estendere l’applicazione delle autorizzazioni in via generale anche alle attività autorizzate in via ordinaria e si spera che le Regioni disciplinino tale possibilità, rendendola operativa quanto prima.

4) E’ positiva l’eliminazione dal comma 4 bis dell’art. 272 (che incautamente richiamava la frase di rischio R 68, che tanti problemi ha generato).

5) Non è chiara la descrizione delle esclusioni dal regime autorizzativo (comma 5 art. 272 sopra evidenziato).

6)  Non ci sono al momento osservazioni sulla disciplina degli impianti termici “medi”, ma per quanto è dato capire, in Italia entreranno sotto regime di autorizzazione quelli alimentati a metano e GPL compresi tra 1 e 3 MW, per cui sarebbe utile fare una comparazione dei limiti che sono previsti dal Testo Unico Ambientale a partire dal 2025, con quelli attuali in Lombardia.

7) E’ positiva la casistica degli impianti “termici” non considerati “medi impianti di combustione”.

8) E’ positiva la limitazione delle sanzioni penali, ma forse si poteva far qualcosa di più (ad esempio con sanzioni amministrative anche per chi, già autorizzato, non presenta la comunicazione di messa in esercizio.